Indice


Armando Gentilucci Ai confini dell'Aurora (Corale figurato)

Ai confini dell'Aurora per pianoforte e trombone, composto nell'estate del 1985, è dedicato agli amici Michele Lomuto e Marco Fumo. Il sottotitolo del brano, corale figurato, fa esplicito riferimento alla geometria formale: una prima parte lenta (corale), una parte centrale dove alcuni nuclei melodici e armonici dedotti dalla sezione precedente vengono immessi in un clima figuralmente più mosso; infine, una terza parte che rappresenta, in qualche modo, la sintesi di quanto avvenuto in precedenza. Il titolo, invece, nasce dalla suggestione del suono che si dipana attraverso una sola rete strutturale armonica e che si mantiene per lo più su sonorità lievi (p e pp, con l'eccezione del concitato centrale): un clima notturno che prelude, ma solo prelude, all'aurora.

(Armando Gentilucci)